Ricerca
comunità e distretti

Lugano-Breganzona

Via Rovere

6932 Breganzona

+41 76 510 66 62

Guida stradale

Servizi divini
domenica 9.30
mercoledì 20.15

Gli ospiti in vacanza sono pregati di utilizzare il parcheggio contrassegnati in giallo e bianco nell'ampio parcheggio dall'altra parte della strada dietro la chiesa. / Feriengäste bitte die gelb und weiss markierten Parkplätze auf dem grossen Parkplatz auf der anderen Strassenseite hinter der Kirche benützen.

Gesù è tornato dal Padre

21.05.2020

Per la festa cristiana dell’Ascensione, l’apostolo Camenzind celebra il servizio divino a Lugano.
 
/api/media/503926/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=00b19fb537b17f16f55495f5d89f3c37%3A1669762760%3A8993841&width=1500
/api/media/503927/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=e2fcd7315138dd73702cd52fb9dd3328%3A1669762760%3A3420560&width=1500
 

Giovedì 21 maggio 2020 è la festa dell’Ascensione. L’apostolo è accompagnato dall’evangelista di distretto Campagna. Il testo biblico alla base di questo servizio divino dice: “Questa potente efficacia della sua forza egli l’ha mostrata in Cristo, quando lo risuscitò dai morti e lo fece sedere alla propria destra nei luoghi celesti, al di sopra di ogni principato, autorità, potenza, signoria e di ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo, ma anche in quello futuro.” (Efesini 1, 20-21).

Il Figlio di Dio è venuto sulla terra per rivelare agli uomini la natura di Dio e portare loro la salvezza. Dopo aver compiuto la sua missione, è tornato dal Padre, dove ritorna alla gloria che aveva in origine.

È seguita una lettura biblica da Atti 1, 4–12

L’ascensione di Gesù Cristo non rappresenta solo la fine della sua presenza sulla terra, ma indica anche la sua elevazione al cielo. I discepoli erano rimasti come imbambolati a guardare il cielo, dove hanno visto ascendere Gesù. L’apostolo ha detto che non tutto era comprensibile. Angeli hanno poi rassicurato i discepoli presenti sul luogo: “Due uomini in vesti bianche si presentarono a loro e dissero: «Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù, che vi è stato tolto, ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo». Da qui l’invito a non fermarsi all’ascensione, ma essere pronti per il ritorno di Gesù!

Gesù conosceva i suoi discepoli, che potevano parlare con lui, ed egli condivideva le loro gioie e le loro pene. Il Signore elevato conosce ciascuno dei suoi e partecipa alla loro sorte. Gesù ha messo in evidenza che il suo regno non è di questo mondo. Il Signore elevato non risolve i problemi di questo mondo, ma dona la salvezza e porta con sé il regno di Dio.

Contiamo sulla grazia di Dio e continuiamo a perdonare come anche noi siamo stati perdonati.